STORIA

Robert Gibbon Johnson – Storia o leggenda?

Storia  

Si racconta allora che il colonnello Johnson, il 26 settembre 1820, decise di dimostrare una volta per tutte che i pomodori non erano velenosi e si potevano consumare.

Fin verso la fine del XVIII secolo, gli scienziati sconsigliavano di mangiare i pomodori, dato che li consideravano responsabili non solo dell’appendicite, ma addirittura del tumore allo stomaco, causato secondo loro dalla buccia che aderiva alle pareti dello stomaco.

Il colonnello Robert Gibbon Johnson, di Salem, in New Jersey, che nel 1808 aveva portato a casa dei pomodori dall’estero, volle organizzare un premio per il frutto più grande dell’anno, ma la gente usava ancora il pomodoro più come pianta ornamentale che come ingrediente alimentare.

Si racconta allora che il colonnello Johnson, il 26 settembre 1820, decise di dimostrare una volta per tutte che i pomodori non erano velenosi e si potevano consumare. Si piazzò quindi sulle scale del palazzo di giustizia di Salem e mangiò coraggiosamente un intero cesto di pomodori, senza stramazzare al suolo né subire altro genere di effetti nocivi.

La dimostrazione pubblica di Johnson fece molto clamore e la storia d’amore tra l’America del Nord e i pomodori prese il via.

Potete ascoltare qui sotto una versione radio dell’avvenimento, prodotta dalla CBS negli anni ’40 (in inglese):

Creative Commons: Pubblico Dominio.