NOVITA

Il pomodoro e la tecnologia alla Maratona di Tokyo

Alimentazione  Salute  Scienza  

La sostanza che dà al pomodoro il suo colore rosso, il licopene, combatte i cosiddetti radicali liberi e contribuisce ad alleviare la stanchezza.

Se ne parlava da tempo e ci siamo fatti prendere dall’emozione. Alla fine si è rilevato ancora meglio di quanto avevamo immaginato. Finalmente, un pomodoro da indossare. Sviluppato da Kagome, una ben nota azienda alimentare giapponese, il progetto “Wearable Tomato” (ovvero pomodoro da indossare) ha uno scopo pratico che risponde a una necessità ed è supportato da solidi studi sulla salute.

Ideato da Maywa Denki appena in tempo per la Maratona di Tokyo, l’installazione artistica del pomodoro da indossare è progettata per fornire un pomodoro fresco al corridore durante la gara. I pomodori contengono sostanze nutritive altamente benefiche per chi pratica sport e attività fisica, proteggendo dagli effetti nocivi dei radicali liberi.

Un recente studio revisionato da colleghi esperti QUI avvalla precedenti ricerche, mostrando come le sostanze nutritive contenute nel pomodoro riducono la quantità di radicali liberi prodotti dal corpo durante l’attività fisica. Inoltre il corpo continua a beneficiare di tale protezione anche a distanza di tempo dopo il consumo. In questo caso, il trucco è avere a disposizione pomodori quando più se ne ha bisogno e questo piccolo ortaggio fornisce il giusto apporto durante la gara.

Chi ha bisogno di bevande isotoniche da ingurgitare durante la corsa? I pomodori aiutano inoltre ad alleviare la stanchezza e, con oltre il 90% di acqua, sono un buon modo per rimanere idratati.

Indossa il tuo con orgoglio!

Cosa dice la scienza:
Consumare 150 ml, pari a un bicchiere di medie dimensioni, di succo di pomodoro prima della corsa o della palestra è tutto ciò che serve per proteggere dalla nociva ossidazione e dai danni al DNA causati dall’attività fisica. La sostanza che dà al pomodoro il suo colore rosso, il licopene, combatte i cosiddetti radicali.