VITA

L’olio d’oliva

Alimentazione  Salute  

I risultati di alcuni studi scientifici non ancora del tutto confermati dimostrerebbero che ingerire due cucchiai (23 gr.) d’olio d’oliva al giorno riduce il rischio di malattie coronariche.

L’olio d’oliva è un olio vegetale ottenuto dalle olive (Olea europaea), un prodotto tradizionale del bacino mediterraneo. Viene usato in cucina e per cosmetici, prodotti farmaceutici e saponi, oltre che come carburante delle lampade ad olio tradizionali. L’olio d’oliva è salutare grazie al suo alto contenuto di grassi monoinsaturi, soprattutto acido oleico, e polifenoli.

Vari studi epidemiologici hanno dimostrato il legame tra le alte percentuali di grassi monoinsaturi nella dieta e la riduzione del rischio di malattie del cuore e delle coronarie. Si tratta di risultati interessanti, dato che l’olio d’oliva è straordinariamente ricco di grassi monoinsaturi, soprattutto l’acido oleico. I risultati di alcuni studi scientifici non ancora del tutto confermati dimostrerebbero che ingerire due cucchiai (23 gr.) d’olio d’oliva al giorno riduce il rischio di malattie coronariche e cardiache proprio grazie al suo grasso monoinsaturo. Per ottenere tali potenziali benefici, è necessario però che l’olio d’oliva sostituisca una pari quantità di grassi saturi e non aumenti il numero totale di calorie ingerite ogni giorno.

Oltre ai vantaggi dell’ingestione d’olio d’oliva, il suo uso topico benefico è contemplato da un ampio ventaglio di rimedi naturali popolari. L’olio d’oliva extravergine (OEV) è la varietà preferita per idratare la pelle, soprattutto se usato secondo il metodo di pulizia all’olio (OCM), che deterge e idrata la pelle tramite impacchi d’olio extravergine d’oliva, olio di ricino (o un altro olio vettore) e una miscela di oli essenziali selezionati.